BLOG2 di Leonardo Donofrio


CONTATTI info + 39 346 6872531 CLICCA QUi>>>




giovedì 2 dicembre 2010

ANNO DEL VOLONTARIATO: QUATTRO OBIETTIVI PER IL 2011. INAUGURAZIONE A BRUXELLES


“Volontari! Facciamo la differenza!”: sarà questo lo slogan per l’Anno europeo del volontariato, inaugurato oggi a Bruxelles.

Nell’occasione, Viviane Reding, commissaria Ue responsabile per la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza, ha dichiarato: “Voglio rendere omaggio ai milioni di europei che si adoperano per migliorare il nostro mondo”. “Ciascuno di noi ha dentro di sé la capacità di farsi avanti e assistere chi si trova in difficoltà.Il volontariato rafforza i nostri valori europei fondamentali: la solidarietà e la coesione sociale”.

Per “mettere in luce il lavoro dei volontari, incoraggiare altri a unirsi a loro e sormontare le difficoltà che essi devono affrontare”, l’Anno speciale 2011 perseguirà quattro obiettivi principali: “ridurre gli ostacoli al volontariato nell’Ue”; “conferire autonomia e responsabilità alle organizzazioni di volontariato e migliorare la qualità del volontariato”; “premiare e riconoscere le attività di volontariato”; “sensibilizzare al valore e all’importanza del volontariato”. Ampio il programma delineato in sede Ue (tutte le informazioni sono sul sito

www.europa.eu/volunteering), fra cui iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica, momenti formativi per i volontari, scambio di buone pratiche, incontro con studiosi di fenomeni sociali.Nel 2011, Anno europeo del volontariato, la Commissione “incentiverà nuove iniziative per la costituzione di reti onde favorire gli scambi transfrontalieri e le sinergie tra le organizzazioni di volontariato e altri settori, segnatamente le imprese”. Nel programma delle manifestazioni, che si terranno sia nelle sedi comunitarie sia nelle capitali e nelle principali città dei 27 paesi membri, sono previste anche quattro conferenze tematiche, inerenti “alcune questioni fondamentali in tema di volontariato”. Il primo appuntamento è fissato per l’8 gennaio, a Budapest, sul riconoscimento pubblico e sociale del volontariato; tra maggio e giugno si intende creare un evento-omaggio ai volontari “e al loro contributo per far crescere l’Europa”; a ottobre conferenza su come conferire autonomia e responsabilità alle organizzazioni di volontari; infine nel dicembre 2011 conferenza conclusiva sulle sfide future. L’Ue intende coinvolgere anche i cittadini europei che già svolgono attività di volontariato nei più svariati campi (sociale, culturale, sportivo…) e le associazioni che li rappresentano. fonte toscana oggi on-line

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.