BLOG2 di Leonardo Donofrio


CONTATTI info + 39 346 6872531 CLICCA QUi>>>




venerdì 5 novembre 2010

Truffe agli anziani. 333 sono stati i casi denunciati alla Questura di Milano nel 2008, di cui 281 a Milano

«Lotta contro le truffe agli anziani in particolare nele regioni Lazio, Friuli Venezia-Giulia e Lombardia»
In particolare l’assessore alla Sicurezza ed agli Enti Locali della Regione Lazio, Giuseppe Cangemi, ha annunciato una collaborazione tra l’Assessorato e Adiconsum per la messa a punto di un Vademecum contro le truffe agli anziani. “Stiamo attivando questa politica per la sicurezza – ha affermato Cangemi - che vogliamo attuare anche in collaborazione con le forze dell’associazionismo attive nella società, per adoperarsi, come più volte ha ribadito la presidente Renata Polverini, verso una Regione Lazio più solidale e partecipata”.
"La casistica molto alta delle truffe anziani – ha spiegato l’assessore regionale - fa pensare che le persone raggirate siano particolarmente ingenue e sprovvedute, ma in realtà i truffatori sono talmente abili da riuscire ad ingannare pressoché chiunque. E’, tuttavia, oggettivamente vero che le persone anziane, che spesso abitano anche da sole, sono particolarmente esposte a questo tipo di reato, che non dirado provoca nella vittima un senso di vergogna che le rende difficile anche denunciare l’accaduto alle Autorità. Fenomeni di vero e proprio sciacallaggio da parte di bande di delinquenti e truffatori che compiono azioni vessatorie, quando non intimidatorie, contro gli anziani soli e incapaci di contrastare veri e propri professionisti del raggiro".
Lotta alla alle truffe agli anziani in Friuli Venezia-Giulia. E’ tra gli obiettivi della collaborazione tra Regione e Questura di Trieste,
"Sono in diminuzione le ruberie nelle case ma il tema dei furti agli anziani va affrontato consentendo a queste persone di tutelarsi”, ha detto l’assessore Seganti, che ha sottolineato quindi l'importanza delle sinergie avviate tra le diverse Forze dell'ordine e dell'uso di tecnologie avanzate.
Per l’assessore della Lombardia alla Protezione civile, Prevenzione e Polizia locale, Stefano Maullu, "Dopo l'esperienza positiva realizzata con i comuni di Melegnano, Buccinasco e San Donato Milanese, RegioneLombardia coinvolgerà, entro la primavera, altri comuni dell'hinterland milanese nel progetto 'Truffe stop', l'iniziativa di sensibilizzazione e informazione contro le truffe rivolta agli anziani e alle fasce deboli dellapopolazione". Sulla proroga decisa dal comune di Milano del servizio di copertura assicurativa per gli anziani vittime di truffe, furtie rapine: "Sarà mia premura - precisa Maullu - sensibilizzare i comuni lombardi per attivare polizze assicurative che tutelino gli over 70 che sono incappati nei frequenti casi di truffe e raggiri, accaduti spesso tra le pareti domestiche". Con la sperimentazione del progetto informativo rivolto agli anziani nei territori dei comuni di Melegnano, Buccinasco e San Donato Milanese, Regione Lombardia ha voluto promuovere una collaborazione tra istituzioni per assicurare il coordinamento degli interventi in tema di prevenzione dei rischi urbani, tutela ambientale e protezione civile attraverso la conoscenza e lo scambio di informazioni sui fenomeni criminali e lesituazioni maggiormente "esposte" all'attenzione della criminalità."Il protocollo di intesa siglato con i primi tre comuni – spiega Maullu - ha permesso di realizzare sul territorio un'adeguata azione di informazione, specificamente rivolta ai cittadini anziani, sulle modalità con cui i reati avvengono e su alcune cautele di comportamento adottabili per prevenire tali reati. Le attività informative prevedono il diretto coinvolgimento degli anziani attraverso il quale si può contribuire anche a rafforzare la rete di solidarietà sociale nei confronti di una fascia di cittadini sempre più vulnerabile." "Spesso soli in città - continua Maullu - i nostri anziani sono facile preda di gente senza scrupoli. Truffati in casa e in strada da falsi inviati di enti, parrocchie e associazioni religiose, da falsi incaricati del Comune, dell'Inps, della banca e di altri enti".
"Le statistiche demografiche - ricorda l'assessore regionale - segnalano l'aumento del numero di anziani che, sempre più in avanti con gli anni, vivono in casa da soli o con il coniuge e diventano preda facile per i truffatori. Quello delle truffe è un vero e proprio problema sociale. Secondo i dati della Questura di Milano, sono stati 333 i casi denunciati nel 2008, di cui 281 a Milano, in leggero calo rispetto al 2007. Nel 2009 i casi di truffa sono diminuiti in maniera consistente registrando un -42,75%, facendo segnare in tutta la provincia una diminuzione del 40,69%. Un risultato importante che però non deve fare abbassare la guardia." "Non lasciamo soli i nostri anziani - conclude Maullu -. Anche se non abitiamo con loro, facciamoci sentire spesso e interessiamoci ai loro problemi quotidiani. E ricordiamo loro di adottare sempre tutte le cautele necessarie nei contatti con gli sconosciuti. Se hanno il minimo dubbio facciamogli capire che è importante chiedere aiuto a persone fidate, a un vicino di casa oppure contattando la Polizia locale, il 112 o il 113. Ricordiamoci che, anche se non lo chiedono, hanno bisogno ditutti noi".
(Fonte regioni.it) )

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.