BLOG2 di Leonardo Donofrio


CONTATTI info + 39 346 6872531 CLICCA QUi>>>




martedì 9 novembre 2010

FAMIGLIA: 10 novembre a Milano De Filippo rappresenta Conferenza Regioni.Conclusioni Carlo Giovanardi Sottosegretario alle Politiche per la Famiglia



«La Conferenza Nazionale della Famiglia - conclude De Filippo - potra' rivelarsi un utile momento di riflessione solo se sapra' stimolare il dibattito in questa direzione, diversamente si rivelera' solo l'ennesimo tentativo di imbonimento mediatico di cui i cittadini sono stufi»

Il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, interverra' domani alle 16 alla ''Conferenza Nazionale della Famiglia'', in rappresentanza della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.''Mi auguro - afferma in una nota De Filippo, membro dell'Ufficio di Presidenza della Conferenza delle Regioni - che la Conferenza Nazionale della Famiglia sia l'occasione per entrare nel vivo delle questioni che riguardano il sistema del welfare in Italia. Un settore che risente troppo di dichiarazioni di principio e manifesti programmatici che spesso non trovano alcun riscontro in termini di risorse ma anzi registrano segnali preoccupanti. E' il caso proprio delle politiche per la famiglia che in questi anni hanno subito un drastico ridimensionamento''.''La recente manovra estiva - prosegue il governatore della Basilicata - prevede una contrazione del fondo per le politiche della famiglia di quasi il 50% per l'anno 2011 e per l'anno 2012 fino a far diventare l'entita' delle risorse previste nel 2013 pari ad un terzo di quelle stanziate nel 2010. Le Regioni nutrono gravi preoccupazioni per la generale flessione delle risorse economiche previste per le politiche sociali e la famiglia, e hanno sollecitato piu' volte il Governo a riconsiderare la manovra varata a luglio. Governo, Regioni ed autonomie locali devono sedersi intorno ad un tavolo in cui ciascuno sia disposto a fare la propria parte rispetto alla difficile situazione del Paese, ma in cui contemporaneamente ci sia disponibilita' a riconsiderare scelte che avranno sui territori pesanti ricadute sociali''.''La Conferenza Nazionale della Famiglia - conclude De Filippo - potra' rivelarsi un utile momento di riflessione solo se sapra' stimolare il dibattito in questa direzione, diversamente si rivelera' solo l'ennesimo tentativo di imbonimento mediatico di cui i cittadini sono stufi''.
res/sam/alf (Asca)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.